“Le compagnie di assicurazioni sono investitori di lungo periodo e possono quindi rivestire un ruolo ancora più importante per favorire la ripresa economica e la crescita del Paese, agendo accanto allo Stato come investitori in progetti infrastrutturali e per sgravare il governo da impegni finanziari in ambito sanitario”. Lo ha detto l’amministratore delegato di Unipol Carlo Cimbri aggiungendo che le compagnie sono il pilastro di un sistema di coesione sociale e il perno sul quale impiantare un New Deal economico.

“Dopo la pandemia, ha detto Cimbri, bisogna rilanciare, ammodernare e costruire infrastrutture, di natura tecnologica e non. Non possiamo ricordarcene solo in occasioni di tragedie come quella del ponte Morandi a Genova. Da come sarà spesa l’enorme massa di risorse che nessun Governo italiano ha mai potuto spendere negli ultimi 30-40 anni, dipenderà il nostro futuro”.