Le società quotate, nelle loro relazioni semestrali, devono indicare l’impatto della pandemia da Covid-19 sui loro bilanci, “anche su base quantitativa”.

L’autorità di vigilanza sui mercati guidata da Paolo Savona ha reso noto infatti che le società quotate dovranno recepire le indicazioni emanate dall’Autorità di borsa europea ESMA il 20 maggio scorso in base alle quali i consigli d’amministrazione delle società quotate dovranno valutare se gli effetti dell’emergenza sanitaria mondiale in atto “costituiscono indicatori di perdita di valore tali da richiedere specifiche verifiche sulla recuperabilità delle attività” danneggiate dal Coronavirus.