È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 6 giugno u.s. n. 143 il testo definitivo della Conversione in Legge del Decreto Liquidità.

Si tratta della Legge n. 40 del 5 giugno 2020 recante “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali”.

Una delle maggiori novità introdotte dalla Conversione del Decreto-legge è l’espressa inclusione tra la platea dei beneficiari del Fondo PMI degli Agenti di Assicurazione, Subagenti di Assicurazione e Broker iscritti alla rispettiva sezione del Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi.

Ulteriori novità riguardano:

  • La misura del finanziamento del Fondo di Garanzia PMI è stata innalzata da 25.000 euro a 30.000 euro;
  • La durata dei finanziamenti è stata estesa da 72 mesi a 120 mesi.
  • È stato modificato il parametro del finanziamento richiedibile: è stato eliminato il riferimento al 25 per cento dell’ammontare dei ricavi del soggetto beneficiario, come risultante dall’ultimo bilancio depositato o dall’ultima dichiarazione fiscale, ed è stato inserito come parametro di riferimento un importo non superiore, alternativamente, a:
  1. a) al doppio della spesa salariale annua del beneficiario (compresi gli oneri sociali) per il 2019 o per l’ultimo anno disponibile. Nel caso di imprese costituite a partire dal 1° gennaio 2019, l’importo massimo del prestito non può superare i costi salariali annui previsti per i primi due anni di attività;
  2. b) il 25% del fatturato totale del beneficiario nel 2019.

A cura della dott.ssa Gae Merania Gallo, Collaboratrice dello Studio Legale M&R.

 

VISUALIZZA IL TESTO DI CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO LIQUIDITÀ