Il settore assicurativo europeo sta resistendo bene agli effetti provocati dal Covid-19 e riuscirà a contenerne le conseguenze negative. È quanto sostiene l’agenzia di rating americana Moody’s secondo la quale l’impatto più pesante si avrà sul segmento vita a causa dei bassi tassi d’interesse mentre sui rami danni le maggiori richieste di risarcimento dovute alla pandemia ammonteranno tra i 50 e gli 80 miliardi di dollari a livello mondiale.

Il peso del coronavirus su settore assicurativo, secondo Moody’s, impatterà soprattutto sugli utili societari e non sul patrimonio, quindi non dovrebbe provocare una corsa dal declassamento dei rating delle compagnie.

L’impatto sui danni per 50-80 miliardi di dollari, secondo l’agenzia, sono l’equivalente di una catastrofe naturale di medie dimensioni, dovuto soprattutto alla cancellazione di eventi, all’interruzione di attività aziendali e alla cancellazione di polizze sui viaggi.

Effetti benefici, sempre sui conti delle compagnie, si avranno invece come conseguenza di un minor uso delle automobili in seguito ai periodi di lockdown che hanno colpito tutti i Paesi del mondo.